lconti

AMO L'ESTATE

In books, James Lee Burke, traduzione on luglio 25, 2009 at 11:00

…e non perché, come ormai da qualche anno, la passo al lavoro invece che in vacanza; ma perché a luglio – implacabile come la dichiarazione dei redditi – negli USA esce sempre il nuovo libro di James Lee Burke. Eccolo qui, arrivato a casa giusto ieri:

E ancora di più perché, quest’anno, la sto passando a tradurre proprio Burke; appena consegnato Big Midnight Special, un fantastico racconto – forse una delle cose più belle mai scritte dal Nostro – che uscirà in edizione italiana prima della fine dell’anno (maggiori dettagli a breve) e mi ritrovo immerso fino al collo – il libro, come tutte le cose di Burke, è di una difficoltà mostruosa e costringe il povero traduttore ad autentiche arrampicate di sesto grado – nella versione italiana di Swan Peak, l’ultimo romanzo con Dave Robicheaux che sarà pubblicato in autunno da Fanucci come Il prezzo della menzogna.

  1. E speriamo che prima o poi si decidano a distribuire, almeno in dvd, “In the electric mist”.
    Hai dato un’occhiata al venerdì di repubblica?
    Sallis parla di Himes, e addiritura scrivono, in piccolo ma lo scrivono, che il traduttore di Corri Uomo Corri è un certo Luca Conti.
    Letto Drive di Sallis e non mi è dispiaciuto per niente.

  2. Viva l’estate!viva il grande James Lee Burke! viva Luca !
    Rock’n’roll!!!!

  3. Buona estate Luca, quindi…buon lavoro, che sarà eccellente come sempre
    Grazie per i consigli, ho letto Corri Uomo Corri (ottimo) ma non ancora
    Killshot ( lo ha voluto leggere prima la mia vicina di casa ultraottantenne!!!)

  4. Amo Burke come poche cose al mondo. Devo avertelo già detto…
    Buon lavoro, Luca.

    tic

  5. Di passaggio presso quella specie di incubo che è l’aeroporto di Newark ho comprato Swan Peak in paperback ($9.99, un’offerta che non si poteva rifiutare)e con cipiglio degno dell’Alfieri mi sono cimentato nell’ardua impresa. Effettivamente, non solo i libri non si traducono da soli (come dice il saggio) ma è garantito che nonostante prodigiosi dizionari, glossari di american idioms e quant’altro la magia della prosa di Burke tradotta per bene è proprio un’altra galassia. Sia lode a Te quindi, o Conti dal multiforme ingegno.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: